Madian Orizzonti Onlus
  • LE ROTTE DELLA SOLIDARIETA'
  • Via S. Camillo De Lellis 28, Torino
  • E-mail
  • Telefono
Madian Orizzonti - Torino

Madian Orizzonti ha origine all’interno dell’Ordine dei Religiosi Camilliani della Provincia Piemontese Ordine CC. RR. Ministri degli Infermi e nello specifico della Comunità Madian, che si occupa dal 1980 dell’accoglienza e dell’accompagnamento gratuito di povera gente ammalata, secondo lo spirito del Fondatore: San Camillo De Lellis.

Nata per accogliere persone senza fissa dimora, anziane e malandate, negli anni si è adattata con flessibilità alle nuove emergenze dei poveri (immigrati, famiglie in difficoltà, minori abbandonati). 
In questi ultimi anni accoglie quasi esclusivamente immigrati ammalati o dimessi dagli ospedali; tra questi, soprattutto quelli irregolari di cui nessuno si occupa o non si può occupare.

L’accoglienza e l’accompagnamento di questa cinquantina di persone (alcuni gravemente ammalati o portatori di handicap fisici o psichici, affetti da cancro, HIV, in attesa di trapianto o in fase di recupero post-traumatico) avviene attraverso la presenza e il servizio di tre religiosi camilliani, presenti a tempo pieno  e una trentina di volontari.

Oggi Madian assiste italiani e stranieri malati.  Nella sua storia Madian ha accolto persone provenienti da Afghanistan, Bangladesh, Iran, Perù, Armenia, Palestina, Egitto, Algeria, Inghilterra, Lituania, Tunisia, Germania, Francia, Somalia, Etiopia, Eritrea, Spagna, ex Jugoslavia, Togo, Sudan, Sri Lanka, Croazia, India, Moldavia, Costa d'Avorio, Mali, Ghana, Sierra Leone, Camerun, Burkina Faso, Liberia, Senegal, Argentina, Cile, Repubblica Democratica del Congo, Brasile, Rwanda, Nigeria, Benin, Marocco, Romania, Angola.

La comunità Madian 

La Comunità Madian offre, a titolo gratuito, vitto, alloggio, cure medico-infermieristiche, acquisto di farmaci e materiale sanitario, servizio di cambio biancheria e lavanderia, pagamento di ticket, esami strumentali e di laboratorio, protesi ortopediche, e tutto quello che riguarda la cura e l’assistenza del malato.

Inoltre, fanno riferimento alla Comunità (attraverso la segnalazione dai vari centri di volontariato) molti immigrati di passaggio che non sono in grado di acquistare farmaci o di pagare ticket. Si distribuiscono gratuitamente medicinali che vengono offerti a Madian da medici, farmacie, ospedali, dal Banco Farmaceutico e privati cittadini. Quando necessario si provvede direttamente all’acquisto degli stessi.
Offre a persone bisognose di passaggio, borse di alimentari e sostiene più di 100 famiglie della città con una spesa alimentare mensile.

La presenza della Comunità nella città vuole essere (per la povera gente che ci vive) un piccolo segno di condivisione e di speranza, come parte della Chiesa locale che è segno visibile della presenza di Gesù Cristo misericordioso tra gli uomini. 
In questa prospettiva si lavora perché il momento della malattia e della sofferenza di tante persone (già provate dal trauma dell’emigrazione) possa essere vissuto con dignità, rispetto e solidarietà.

L’attenzione verso gli ultimi ha portato la Comunità Madian ad aprirsi al mondo: a quello dimenticato, povero, oppresso, umiliato; prima attraverso il Centro di Animazione Missionaria che si dedicava principalmente a reperire medicine e risorse finanziarie per le missioni in Armenia e a Tabaka in Kenya, poi con il Segretariato Missioni che fin dall’inizio si è occupato di Haiti e della Georgia e ancora oggi segue le centinaia di adozioni a distanza che sono state attivate nel corso degli anni, infine, con la costituzione, nel 2005, della Onlus Madian Orizzonti.

Madian Orizzonti è iscritta dal 2005 al registro delle Onlus. Oggi i soci sono Padre Adolfo Porro, Padre Antonio Menegon, Padre Cesare Ghilardi, Padre Domenico Lovera, Padre Massimo Miraglio, Padre Joaquim Paulo Cipriano, Padre Pawel Dyl, Padre Walter Dall’Osto, Alessandro Battaglino, Fabio Mancin, Marco Rossi, Giuseppe Ceraolo.

Il presidente è Padre Antonio Menegon, il direttore è Alessandro Battaglino, i consiglieri sono Padre Joaquim Paulo Cipriano e Alessandro Battaglino, il tesoriere Padre Joaquim Paulo Cipriano. Il collegio sindacale è composto dal presidente Lorenzo Ferreri e dai componenti effettivi Claudio Pomatto e Gianluca Galizia.

 

Economicamente Madian continua a sostenersi attraverso le donazioni di privati cittadini e di alcune fondazioni bancarie, le offerte raccolte nella Chiesa di Via Santa Teresa, e un contributo annuale elargito dal Comune di Torino. Generi alimentari vengono offerti dal Banco Alimentare, da negozi e panetterie della zona, dai tanti che frequentando il Santuario di San Giuseppe in Via Santa Teresa 22, che leggono sul portone di ingresso l’elenco di quanto necessario in cucina, il Banco Farmaceutico che fornisce farmaci e il Banco Sanitario.

Madian Orizzonti è iscritta dal 2005 al registro delle Onlus.

madian-orizzonti

Ognuno di voi rifugiati che bussate alle nostre porte ha il volto di Dio, è carne di Cristo. La vostra esperienza di dolore e di speranza ci ricorda che siamo tutti stranieri e pellegrini su questa terra accolti da qualcuno con generosità e senza alcun merito. Chi come voi è fuggito dalla propria terra a causa dell’oppressione, della guerra, di una natura sfigurata, dall’inquinamento e dalla desertificazione, dall’ingiustizia e dall’ingiusta distribuzione delle risorse del pianeta è un fratello con cui condividere il pane, la casa, la vita. 
Ognuno di voi può essere un ponte che unisce popoli lontani, che rende possibile l’incontro tra culture e religioni diverse, una via per riscoprire la nostra comune umanità.
E mi avete accolto.
Ero forestiero e mi avete accolto.
Se si cammina insieme la strada fa meno paura.

(Papa Francesco)