Madian Orizzonti Onlus
  • LE ROTTE DELLA SOLIDARIETA'
  • Via S. Camillo De Lellis 28, Torino
  • E-mail
  • Telefono
Madian Orizzonti - La nostra storia
Madian Orizzonti, la Onlus dei religiosi camilliani di Torino, nasce nel 2005 e, da quell’anno, è iscritta al registro delle Onlus.
  
Il presidente è Padre Antonio Menegon, il direttore è Alessandro Battaglino, i consiglieri sono Padre Joaquim Paulo Cipriano e Alessandro Battaglino, il tesoriere Padre Joaquim Paulo Cipriano.
 
Il collegio sindacale è composto dal presidente Lorenzo Ferreri e dai componenti effettivi Claudio Pomatto e Gianluca Galizia.
 
Madian Orizzonti Onlus oggi opera a Torino supportando – assieme alla Associazione “La terza settimana” cento famiglie povere con l’acquisto di alimenti, generi di prima necessità e medicine,  in Georgia, a Tbilisi con il nuovo centro per Disabili “Lasha” San Camillo, inaugurato il 21 luglio 2012, che ospita 50 ragazzi nel reparto di terapia occupazionale, 100 in quello di fisioterapia e dove saranno assistiti permanentemente 40 ragazzi e con un poliambulatorio, il Redemptor Hominis che offre cure e assistenza medica a 400 persone. A Khisabavra con una scuola materna e con una fattoria che produce latte a carne e a Shavshvebi con la Casa della Nonna che assiste i minori profughi della guerra del 2008 tra Georgia e Ossezia del Sud.
 
 
In Armenia, a Ashotsk con un ospedale, il Redemptoris Mater costruito dopo il terremoto del 1988, che con 110 posti letto offre cure e assistenza medica agli abitanti di 25 villaggi e con 21 ambulatori medici sparsi nelle zone montane dell’omonimo altopiano per offrire medicina di base a più di 25 mila persone.
 
In Argentina a Cordoba con una scuola materna ed elementare, un doposcuola per adulti, un laboratorio di cucito e una scuola calcio.
 
A questi Paesi dal 2013 si sono aggiunti: l’India nello stato di Andhra Pradesh, dove una piccola comunità di Suore di San Luigi offre protezione, cibo e istruzione a ragazze orfane; l’Indonesia a Maumere, nell’isola di Flores, dove si sta costruendo un centro di accoglienza e di assistenza medica e ambulatoriale per studenti; il Kenia è un ritorno a Karungu dove a fianco del Saint Camillus Mission Hospital, il centro nutrizionale per orfani Dala Kiye, una scuola primaria e secondaria per 500 bambini, si stanno realizzando delle case Famiglia per bambini orfani malati di AIDS e da quest’anno il Nepal dove dopo il terremoto del 25 aprile si è supportata la Camillian Task Force per far fronte all’emergenza sanitaria e si sta ricostruendo assieme all’ONG PRO.SA l’orfanotrofio Koselee Children Care Center a Sindhuli e il Burkina Faso dove, nella capitale Ouagadougou, dal 1966 è attivo il compound sanitario San Camillo.
 
La Nazione in cui nel corso degli anni Madian Orizzonti ha concentrato i suoi sforzi è Haiti dove è presente sin dal 1994 sia a Port au Prince – con il presidio socio sanitario “Foyer Saint Camille” e con la scuola primaria e secondaria “Saint Camille” sia a Jérémie con il Centro Ospedaliero per la cura delle lesioni cutanee “Saint Camille”.
 
Haiti è il paese più povero e più densamente popolato del continente americano e dell’emisfero occidentale: è al 145° posto su 169 Stati nella graduatoria dello sviluppo umano della UNDP Human Development Index – 2010; l’aspettativa di vita alla nascita è pari a 6 anni, il 45% della popolazione è costituita da bambini  e ragazzi e il 57.3% della sua popolazione (che conta circa 10 milioni di abitanti) vive con meno di un dollaro al giorno; ogni anno 100 bambini ogni 1000 nati vivi non raggiunge il primo anno di vita, il tasso di mortalità sotto i cinque anni di età è del 7.25% e, infine, la spesa per la sanità, spese correnti e in conto capitale da parte di governo, finanziamenti e sovvenzioni esterne (comprese organizzazioni non governative e donazioni di agenzie internazionali) è pari all’1.2% del PIL.
 
I primi contatti dell’Ordine camilliano con l’isola caraibica sono iniziati nel novembre del 1994 quando Fratel Joachin Camara, membro della Consulta (il massimo organo di governo dell’Ordine), Massimo Miraglio e Padre Antonio Menegon si recarono ad Haiti per studiare la situazione del Paese, distrutto da anni di dittatura e da quattro di embargo, nell’attesa di iniziare una missione che potesse rispondere ai bisogni primari degli ultimi della terra, com’è proprio del carisma dei Camilliani.
 
Il 7 settembre 1995 l’Istituto delibera la costituzione della fondazione di Haiti, il 20 settembre dello stesso anno tre Camilliani (Padre Adolfo Porro, Padre Serge Mercet e lo studente Massimo Miraglio) partono per fondare la prima missione della Provincia Piemontese.
 
A Port au Prince viene progettato il “Foyer Saint Camille” da destinare all’assistenza dei più poveri, alla cura dei bambini e dei disabili: inizia la sua operatività nel 1997 e viene inaugurato, una volta completato, il 14 novembre del 2001.
 

 

Aiutaci ad aiutare

Economicamente Madian continua a sostenersi attraverso le donazioni di privati cittadini.

Se vuoi contribuire anche tu:
Conto corrente postale: 70170733 
Bonifico bancario: IBAN IT22S0200801046000101096394 
Codice Fiscale: 97661540019
Grazie!

Madian Orizzonti è iscritta dal 2005 al registro delle Onlus.

 

Madian Orizzonti - La nostra storia

Dopo un anno di lavoro, ricerca e studio sulla situazione sociale della città di Torino, in particolare del centro storico, siamo giunti alla determinazione di aprire una comunità di accoglienza per le persone “senza fissa dimora”, i cosiddetti “barboni”, che per la loro precaria situazione anagrafica non hanno diritto alle prestazioni di servizi sociali.

Tra questi emarginati la nostra scelta ha voluto essere una risposta allo specifico carisma camilliano: l’assistenza ai malati poveri, per questo abbiamo scelto i più anziani e ammalati, cercando di creare un clima di fraternità e amicizia

(Padre Adolfo - 1980)