• MADIAN ORIZZONTI ONLUS
  • Via S. Camillo De Lellis 28, Torino
  • E-mail
  • Telefono

FILIPPINE – Emergenza novembre 2013

La mattina dell’8 novembre, il Tifone Haiyan (chiamato localmente Yolanda) classificato come numero 5, ha colpito direttamente le Filippine, Paese densamente popolato (92 milioni di abitanti) devastando zone sparse in 36 province. Haiyan è probabilmente il più forte tifone mai registrato: è atterrato a Guiuan, Provincia dell’Eastern Samar, con venti a 235 km orari e raffiche fino a 275 km orari. La pioggia è caduta fino a 30 mm all’ora; onde alte fino a sei metri hanno colpito le isole di Leyte e di Samar. Anche l’Easten Samar ha subito molti danni, come anche molti comuni in Cebu, la zona settentrionale di Mindoro Oriental (Calapan, Baco, San Teodoro), Capiz e Aklan nella regione di Iloilo e la zona settentrionale di Palawan. Mancano ovunque elettricità, acqua, cibo, farmaci, abbigliamento e combustibile. La risposta governativa è lenta e scarsa e il primo obiettivo è quello di cercare di “salvare vite umane“. Molte città e paesi testimoniano una estesa distruzione, con circa il 90% delle abitazioni rase al suolo. Le strade sono bloccate e gli aeroporti e i porti danneggiati: persino navi pesanti sono state arenate sulla terraferma.

AREE COLPITE

La Provincia dell’Eastern Samar nella Regione VIII (Eastern Visayas), la VI (Western Visayas) e la VII (Central Visayas) sono le più colpite, stando alle informazioni aggiornate. Queste regioni registravano già prima del tifone livelli di povertà e di malnutrizione elevatissimi (i più alti dell’intera nazione). Tacloban City, nella Provincia di Leyte,  con una popolazione di oltre 200.000 abitanti, è stata devastata e la maggior parte delle abitazioni distrutte.

POPOLAZIONE COLPITA

Si stima che 11.3 milioni di persone (1.400.000 famiglie), in nove Regioni, – oltre il 10% dell’intera popolazione filippina – siano state colpite dall’evento. Di questo numero complessivo, 127.733 famiglie sono state costrette a evacuare e trovare alloggio nei centri di raccolta. Decine di migliaia hanno sofferto ferite e traumi mentre il numero di vittime aumenta man mano che si procede a accedere a zone difficilmente accessibili.

AZIONI INTRAPRESE

La Camillian Task Force Filippine (CTF Phi) insieme alla nostra Associazione Madian Orizzonti onlus ha messo in moto un team per una veloce valutazione delle più urgenti necessità. Tanti sopralluoghi sono stati eseguiti dal personale dell’Ospedale di Calbayog, il centro sanitario di riferimento per le vittime del tifone delle Province maggiormente colpite e le prime valutazioni hanno permesso di identificare sette comuni nei quali effettuare una immediata operazione di soccorso.

ST. CAMILLUS HOSPITAL

L’ospedale camilliano è localizzato nella città di Calbayog, il centro più popolato dell’isola di Samar, a circa 500 km dalla capitale Manila.  La città è circondata da 157 villaggi o barrios e conta circa 200 mila abitanti in maggioranza contadini e pescatori.

L’isola di Samar, posta in un’area tropicale, è colpita ogni anno da almeno una quindicina di tifoni che distruggono abitazioni e coltivazioni aggravando così la già critica situazione di povertà degli abitanti che vivono in abitazione costruite con materiale facilmente deperibile, come legno, paglia e lamiere.

In campo sanitario, l’isola ha limitate strutture mediche di cui molte non dispongono di attrezzature specialistiche adeguate per affrontare le necessità mediche della popolazione. Molte sono le mamme che ancora, per mancanza di un’adeguata assistenza medica, partoriscono nelle loro abitazioni: il tasso di mortalità materna e infantile nell’isola e nelle Filippine è il più alto nell’intero continente asiatico.

L’ospedale ha una capacità di 60 posti letto e sorge in un’area di circa 15 mila metri quadrati; è classificato come ospedale generale. Dispone di due sale operatorie, una sala parto, un laboratorio analisi, la radiologia, il pronto soccorso, uno studio dentistico, un centro di riabilitazione fisica, la farmacia e servizi di cucina e di lavanderia.  Dispone di un’ambulanza per le emergenze.

Lo staff medico e paramedico è composto da 60 persone, tra cui 10 medici con varie specialità (cardiologia, chirurgia, ostetricia, radiologia ecc.). A 18 anni dalla sua fondazione,  il St. Camillus è oggi più che mai il punto di riferimento e di sicurezza per centinaia di persone che trovano sempre “cuore e mani”  pronti ad accogliere a incoraggiare alla speranza nonostante le terribili calamità che spesso li affliggono.

BISOGNI IMMEDIATI

Aumentano i pazienti negli ambulatori e aumentano le richieste di ricovero di persone provenienti dalle aree devastate. Sono in distribuzione acqua, cibo e abbigliamento, si somministrano farmaci e vaccini e sono iniziate le visite in tutti gli ambulatori non distrutti dal tifone. A fronte delle richieste di ricovero provenienti dalle aree devastate si sono predisposti i trasporti e i trasferimenti dei feriti più gravi mentre si sta provvedendo a trovare un riparo sicuro ai tanti orfani. Al dramma del tifone si aggiunge quello della tratta dei bambini: molti quelli scomparsi, vittime di pedofili e di mercanti di uomini. Onde evitare la diffusione di epidemie l’Ospedale St. Camillus ha intrapreso una campagna di vaccinazioni sia all’interno della struttura sia nei centri più lontani.

In questa prima fase di emergenza, ad ogni famiglia vengono consegnati:

  • 1 un pacco viveri: 5 kg di riso, 10 confezioni di verdura in scatola e 5 litri di acqua –  costo € 13
  • 1 kit igienico sanitario: sapone per l’igiene personale e per il bucato, dentifricio, spazzolino, salviettine igieniche, pannolini, cotone e disinfettanti – costo € 9
  • 1 pacco cucina: un mestolo, due pentole e un bollitore – costo € 7 

COME CONTRIBUIRE

In Italia

Con offerte sui conti intestati a Madian Orizzonti Onlus:

c/c postale: 70170733

c/c bancario IBAN: IT 22 S 02008 01046 0001 010 96394 presso UNICREDIT

indicando nella causale del versamento “Emergenza Filippine”

Nelle Filippine

Account Name:  Salute e Sviluppo Philippines, Inc.

Account Number: 7-09351997-0

Bank Name & Branch:  Metrobank – Katipunan Branch (code 093)

SwiftCode:  MBTCPHMM

 

 

mass

 

Emergenza Filippine (2) Emergenza Filippine (4)

 

Emergenza Filippine (3)

Madian Orizzonti

Dal 1980 ci occupiamo dell’accoglienza e dell’accompagnamento gratuito di povera gente ammalata, secondo lo spirito del Fondatore: San Camillo De Lellis.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *